#ilmotoreitaliano

AsConAuto: mercato automotive in crisi, strategie per futuro

Il mercato automotive è al collasso, e ogni dato su vendite, immatricolazioni e mercato degli ultimi mesi non fa che confermarlo. Strategie e modelli per affrontare le enormi difficoltà ingenerare dalla pandemia sono al centro del dibattito economico e politico, oltre che di settore.
 
Una possibile risposta la fornisce AsConAuto, con un sistema a supporto del ricambio originale grazie alla rete associativa.
 
Anche nelle fasi di emergenza collegate al Covid-19, l'associazione ha cercato di fare fronte alla crisi con una risposta univoca attraverso un continuo confronto fra i vertici e l'intera squadra diffusa sul territorio. E' forte la preoccupazione "per un bilancio in discesa significativa" sottolinea Roberto Scarabel vicepresidente vicario dell'Associazione. "Le vendite sono scese da quota 175mila a circa 3/4mila. L'assenza di attività in questo periodo - prosegue - è diversa dalla crisi vissuta nel 2007. Oggi la situazione è peggiore ma con gradualità sta ripartendo tutto, anche nei servizi erogati che, fino alla riapertura del 4 maggio scorso, erano solo tecnici e non commerciali. Le prime rilevazioni raccolte nel periodo collegato alla pandemia confermano cali variabili, molto significativi nel mese di marzo che ha visto una diminuzione del 50% per il fatturato vendite, ma su base quadrimestrale il calo è stimato intorno al 10%-11%.
 
I service mostrano, invece, una caduta di fatturato del 30%-40% nei ricavi trimestrali. Dopo il calo iniziale, con una operatività ridotta al 30% e una sola settimana di chiusura, tutto è ripartito con una copertura complessiva che attualmente è pari a circa il 70% rispetto a prima. Nella nuova fase il primo problema, affrontato e risolto, è stata la messa in sicurezza del personale e dei clienti".
 
Il mercato del post-vendita in Italia vale oltre 30 miliardi di euro ed è presidiato sul territorio da circa 35.000 aziende tra riparatori, carrozzerie e gommisti.
 
"AsConAuto - aggiunge - non è solo composta da Concessionari, ma anche da 21.683 autoriparatori affiliati.
 
L'associazione ha prodotto la app "A-Service", dedicata esclusivamente agli autoriparatori della rete, che permette di ricevere aggiornamenti e propone un catalogo di corsi, realizzati da AsConAuto Academy. Il confronto è aperto - conclude Scarabel - per trovare nuovi strumenti innovativi, modelli differenti, approcci e processi diversificati in grado di aiutare la rete associativa e il mondo automotive".